mercoledì 29 dicembre 2010

Il Governo Ombra secondo Wikipedia

Wikipedia e alcuni tra i suoi utenti e amministratori ci hanno regalato numerose spassosissime Perle, spesso salutate da vivaci reazioni che hanno consentito di dare una parvenza enciclopedica a voci che giacevano allo stato brado.

Di strada, però, ce n'è ancora davvero tanta da fare, come conferma la voce "Governo ombra (teorie del complotto)".

Questa storia di creare voci parallele per ospitare le teorie complottiste che riguardano la voce principale, ci ha sempre fatto sorridere.

In un certo senso, è come se la voce principale (vera, storica, documentata) e le teorie complottiste (quasi sempre un guazzabuglio di ridicole idiozie) fossero messe sullo stesso piano, con lo stesso grado di enciclopedicità.

L'aspetto più sconcertante, però, è che queste "voci alternative" molto spesso sono perfino prive delle fonti di riferimento, sono veri e propri "sfoghi" personali di qualche paranoico wiki-utente convinto (purtroppo a ragione) di poter sfruttare Wikipedia per propagandare le teorie più strampalate.

Dunque, vediamo cosa scrive Wikipedia italiana sul Governo Ombra, versione complotto.

Nell'accezione comune, con Governo ombra si intende un'istituzione politica, presente in alcuni sistemi parlamentari, formata dall'opposizione.
Invece, il Governo ombra nelle teorie del complotto rappresenterebbe una o più presunte organizzazioni, che opererebbero ipoteticamente dietro le quinte di certi governi, avvalendosi di una presunta rete fittizia che controllerebbe, a dire dei complottisti, molti dei governi mondiali.
Secondo l'ottica complottista, vi sarebbero molte strutture che opererebbero per mano del presunto e indimostrato Governo Ombra.

Notate i condizionali, i termini “ipoteticamente”, “presunta”, “indimostrato”.
Insomma, stiamo parlando di aria fritta. Per di più, senza uno straccio di fonte. Una pagina del genere andrebbe cancellata seduta stante, invece no. Su Wikipedia cancellano un sacco di voci ritenute “non enciclopediche” (spesso soltanto perché chi vota per la cancellazione è troppo ignorante sull'argomento) ma un simile aborto è rimasto in piedi.

I capi di questa organizzazione occulta vorrebbero riunire tutti gli Stati del mondo sotto una sola bandiera, quella del Nuovo Ordine Mondiale.

Il Nuovo Ordine Mondiale, il mito di qualsiasi complottista degno di questo nome. Basta parlare cinque minuti con un complottista, e state pur certi che vi tirerà fuori la storia del Nuovo Ordine Mondiale. Provate a chiedergli di che si tratta, e non saprà rispondervi. I complottisti sono fatti così...

I primi segnali per la costruzione di un Nuovo Ordine Mondiale, sarebbero la Commissione Trilaterale, il Gruppo Bilderberg e l'ONU; gli incontri di questi gruppi escluso l'ultimo, si tengono a porte chiuse, e secondo i complottisti questo servirebbe per non far uscire informazioni riguardo agli argomenti trattati in queste commissioni.

Accidenti che cervello fino che hanno questi complottisti. Hanno capito che se uno tiene una riunione a porte chiuse, probabilmente non vuole che si sappia in giro ciò che si è detto.
Chissà come hanno fatto ad arrivare a questa conclusione...

L'ONU secondo i complottisti, sarebbe il primo passo verso l'unificazione di un unico stato mondiale, infatti grazie a questa organizzazione sono state costruite numerose strutture internazionali.

Altra grande deduzione. L'ONU è un organismo internazionale, è normale che dia vita a strutture internazionali! Forse i complottisti si aspettavano che creasse associazioni per giocare a tressette?

Ma poi, che significa “secondo i complottisti”? Chi sono questi complottisti? C'è un manifesto, un nome, un riferimento? Niente. Per quel che ne sappiamo, potrebbero essere il fioraio e l'edicolante sotto la casa del wikipediano che ha scritto queste idiozie.

Andando avanti nella lettura, la situazione – nella miglior tradizione della Wiki italiana – peggiora.
C'è un rinvio a un approfondimento sul “complotto del Nuovo Ordine Mondiale”.
Come a dire: stiamo scrivendo un mucchio di corbellerie, e se ne volete ancora e più specifiche, abbiamo altre voci “enciclopediche” predisposte allo scopo...

Poi segue il paragrafo “Governo ombra cattolico”.
Si apre così:

L'ipotesi che lo Stato del Vaticano abbia costituito un governo ombra è una teoria cospirazionista molto recente ma su un tema non nuovo. Nel 1614, in Germania, venne pubblicato un testo, in cui si menzionava ad un complotto gesuita (…)

Un testo? Come sarebbe a dire “un testo”? Chi l'ha scritto? Dove si trova? Come si intitola? Niente. Dovete fidarvi di Wikipedia, al punto che non vi serve sapere nemmeno di quale testo si tratti!

Nel libro si parlava della confraternita dei Rosa Croce fondata nel 1407 da Christian Rosenkreutz (…) Il libro era frutto di un'invenzione ma questa società segreta era esistita veramente (al contrario di quanto credeva lo scrittore che aveva raccolto le informazioni).

No, un attimo. Cerchiamo di capire. Quindi il libro... questo testo di cui non si sa nulla... era frutto di un'invenzione? Cioè cos'era? Un libro di favole? Quindi Wikipedia cita un libro di favole e non si degna nemmeno di indicare di quale libro si tratti?
Ma vi pare una voce enciclopedica, questa qua? Farebbe ridere persino un bambino dell'asilo.

Secondo i cospirazionisti, arriverebbero dall'Opus Dei gli ordini sull'attuazione di programmi, elezioni di cardinali o addirittura papi.
Secondo i complottisti più pungenti, il movimento di Anticattolicesimo sarebbe stato proposto dalle file del governo ombra del Vaticano proprio per portare a termine qualche scopo losco.

Pensate un po'. Si parla di “cospirazionisti” e “complottisti più pungenti”... sempre senza fare alcun riferimento a nomi e pubblicazioni. Forse il fioraio è più pungente dell'edicolante...

Poi arriva il paragrafo “Governo Ombra statunitense”.
E qui i toni iniziano a cambiare. Anziché infarcire le frasi con una selva di “secondo i complottisti”, le affermazioni diventano quasi assolute: non importa nemmeno chi dica cosa, è così è basta.
Infatti:

Gli Stati Uniti d'America sono sempre stati patria di complottismo. Si pensa che un vero Governo Ombra americano sia nato durante l'amministrazione Truman. Questo perché lui fu il primo presidente a iniziare programmi di ricerca segreti, da qui forse ebbe inizio il Governo Ombra Usa.
Il primo segnale di mistero fu dato con l'avvio del Majestic 12, proprio su ordine dell'allora presidente Truman, questo gruppo di ricerca aveva come unico scopo quello di studiare le E.B.E. e i loro velivoli. Quello che iniziò come un banale studio sugli Ufo sarebbe divenuto il primo ramo di un Governo Ombra che si sarebbe espanso durante la Guerra Fredda. Quest'amministrazione nell'ombra avrebbe iniziato a influenzare le decisioni politiche e militari degli USA.
Furono aperti molti programmi come il progetto Blue Book, Aquarios, Grudge, e altri programmi o team tenuti a studiare il fenomeno UFO e dediti allo spionaggio delle attività militari dell'Unione Sovietica.

Secondo voi la cosa ha un capo e una cosa? Che c'entrano gli UFO con un Governo Ombra?
Che c'entra lo spionaggio delle attività militari dell'URSS (un'attività normalissima e scontata) con un Governo Ombra?

Nel 1963 nell'Urss si sarebbero verificati strani casi di Cancro nel personale dell'ambasciata americana a Mosca. Gli USA l'anno dopo avrebbero cominciato a studiare gli effetti di segnali radioattivi su persone ignare della loro esposizione. La CIA avrebbe coordinato questi esperimenti segreti, le frequenza utilizzate avrebbero dovuto disturbare il Sistema nervoso centrale regredendo le funzionalità normali di un corpo fino a ridurlo in condizioni disagevoli. Questi test avrebbero avuto dei buoni risultati tanto che, sarebbero state costruite delle installazioni sotterranee con l'apposita funzione di approfondire gli effetti regressivi di questi segnali, in modo da poterli usare in una possibile Guerra elettronica o Psicologica.
Secondo alcuni il vero scopo di questi studi sarebbe stato quello di ridurre il Sistema nervoso in uno stato tale da controllare le azioni della persona colpita dai segnali.

Siamo alla fantascienza più sconclusionata che si possa immaginare. Cancro, frequenze, regressione del sistema nervoso... tutto in un minestrone senza senso con tanto di richiamo alla Guerra Elettronica (che è cosa del tutto diversa) e alla Guerra Psicologia (anche questa del tutto diversa).

Il Governo Ombra americano avrebbe organizzato l'assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy, o con lui la cattura del suo assassino, il tutto perché JFK non voleva aloni di mistero sul proprio governo e voleva mantenere la stabilità nel mondo iniziando con la cessazione dei fuochi in Vietnam.

Come no. Ci sarebbe il piccolo particolare che la storia dice esattamente il contrario, visto che fu proprio Kennedy ad accendere i primi fuochi in Vietnam inviando migliaia (18.000!) di “consiglieri militari” e approvando un piano di graduale escalation delle azioni militari, che comprendeva l'autorizzazione all'utilizzo del napalm, tra le altre cose.

La CIA si sarebbe anche occupata del Controllo della mente, si veda il Progetto MKULTRA. Il governo ombra avrebbe voluto questi esperimenti in modo da controllare in un futuro le persone, la Mente, creare degli Zombie.

Certo. Si son scordati del piano di arruolare anche Babbo Natale e la Befana?

Anche i sovietici avrebbero avuto le stesse intenzioni, i due governi oscuri anche se nemici tra loro avrebbero avuto le stesse intenzioni nella Guerra Fredda.
Nel 2005 in molti quotidiani europei e nordamericani, (in Italia pubblicato dal quotidiano La Stampa) apparve l'articolo: Bush contro gli Ufo, dalla Base Luna alla guerra segreta. Paul Hellyer fu il ministro della Difesa canadese e partecipò a molte conferenze a porte chiuse del NORAD. Il politico disse espressamente che la base lunare che vorrebbe costruire la NASA entro il 2020, non servirebbe come punto d'attracco per l'esplorazione del Sistema Solare ma dovrebbe funzionare come dogana per gestire il traffico di Ufo diretta verso la Terra e se possibile abbatterli con delle nuove armi spaziali di ultima generazione che starebbe costruendo il Pentagono in segreto.
L'ex-ministro canadese ha parlato anche di una possibile guerra tra uomini e alieni che potrebbe avvenire se gli Stati Uniti d'America decidessero di abbattere gli UFO diretti verso la Terra.
Queste affermazioni sarebbero molto dolenti se il tutto fosse vero, ma nessun governo ha reagito alle dichiarazione di Hellyer.

Sarà mica perché Hellyer era evidentemente matto da legare?

Queste dichiarazioni sarebbero la conferma che il governo ombra nordamericano sarebbe molto attivo e si interesserebbe soprattutto della costruzione di armi non convenzionali, e dello studio sugli Ufo, secondo alcune fonti militari il governo starebbe cercando di creare velivoli somiglianti ai dischi volanti, ma utilizzando energie pulite...


Ci sembra giusto. Il Governo Ombra è seriamente preoccupato dell'inquinamento, e quindi costruisce dischi volanti con zero emissioni nocive...
Solo su Wikipedia italiana potete leggere queste cose, siatene certi...
...poiché la tecnologia su cui si baserebbero i fondamenti scientifici degli alieni risulterebbe troppo complicata per i tecnici umani, ...


Ma, scusate, se è cosi complicata, come si spiega che gli umani la modificano per usare energia pulita? Misteri di Wiki.

...a studiare la tecnologia aliena sarebbe nata la Retroingegneria che si occuperebbe di studiare in modo approfondito l'Antigravità, l'Antimateria, alcuni elementi non presenti sulla Terra che permetterebbero di utilizzare poca energia per effettuare viaggi interstellari e temporali.

Ma davvero? La retroingegneria è quindi nata per studiare la tecnologia aliena? A noi risulta che la retroingegneria è il lavoro con il quale – partendo da un qualsiasi manufatto – si ricostruiscono i suoi disegni progettuali o costruttivi, allo scopo di replicarlo. Arte che l'uomo fa da sempre (si chiama anche copia, plagio, tarocco...) e con la quale gli alieni c'entrano meno di un fico secco.

Il tutto non è provato, ma i maggiori complottisti la pensano in questo modo.

Ma va? Non è provato? Chissà perché...
La verità è che si tratta di un ammasso allucinato di corbellerie: questo dovrebbe scrivere Wikipedia a chiare lettere, se proprio si vuol mantenere un simile obbrobrio di voce.

Dopo qualche altro paragrafo di ulteriori idiozie, la voce passa a parlare di Echelon, il sistema di intercettazione e analisi delle comunicazioni implementato dagli Stati Uniti con l'ausilio di altri paesi alleati.
Echelon non ha niente a che fare con governi ombra, è solo un sistema di intelligence come tanti altri, sofisticato e potente ma pur sempre abbastanza logico nel contesto dello spionaggio.
Ma Wikipedia va oltre:

Un sistema molto simile all'ECHELON ma utilizzato solo nel Nord America è l'HAARP.

Molto simile? ECHELON è un sistema di intercettazione e analisi delle comunicazioni, HAARP è un progetto scientifico che studia i campi elettromagnetici terrestri. Sono due cose completamente diverse!

Ma la maggior parte dei governi ombra si sarebbe creata con l'avvento della Guerra fredda. I vari servizi segreti che lavorerebbero per i propri governi oscuri sarebbero l'FBI, il Mossad, l'MI6 e per la Russia sarebbe il Kgb che secondo alcuni esisterebbe ancora, ma i russi influiti dalla politica sovietica ne nasconderebbero l'esistenza. Ultimamente si è sentito parlare in Italia del Sismi, che avrebbe cooperato con CIA per la cattura di alcuni terroristi o perfino l'uccisione.

Questa è una voce enciclopedica della Wikipedia italiana...!

Roba da manicomio... Che significa, poi, “russi influiti dalla politica sovietica”? Che lingua è?

Che l'Italia avesse un governo ombra non è mai stato preso in considerazione, ma secondo alcuni ufologi, durante la dittatura di Mussolini sarebbe stato creato un vero e proprio governo segreto per lo studio di armi radiodisturbatrici e i beneamati Ufo. Uno dei programmi avviati dai fascisti sarebbe stato il SETI del Gabinetto RS/33, un gruppo scientifico che avrebbe operato sotto l'Università La Sapienza.

Ma sì, scriviamo pure ogni genere di bestialità, tanto siamo su Wikipedia Italia...

La pagina è stata creata nel 2007 da un certo Jok3r, un wikipediano che sarà bene tenere d'occhio (lo diciamo non solo ai nostri cercatori di Perle ma anche ai servizi di salute mentale): vista l'immensa quantità di idiozie che è riuscito a concentrare su questa voce, non abbiamo dubbi che debba aver svolto lavori altrettanto egregi altrove. C'è da meravigliarsi che non l'abbiano eletto amministratore.

Certo è che la voce è stata visitata e ritoccata abbastanza spesso, anche da utenti anziani e amministratori, come dimostra la sua cronologia, ma è ancora lì: nessuno si è seriamente impegnato a cancellarla (visto lo stato, non c'è altra soluzione).

Ringraziamo Antonino per la segnalazione


Attenzione: se leggi questo post su un sito Web diverso da Perle Complottiste, è possibile che tu stia leggendo una riproduzione non autorizzata e i contenuti potrebbero differire da quelli originali.

giovedì 23 dicembre 2010

I Padroni dell'Universo

No, non è l'ultimo film di Massimo Mazzucco ma un presunto scoop giornalistico.

I complottisti sono generalmente imbecilli, ma se lo sono devono anche ringraziare certi giornali e giornalisti che contribuiscono spesso e con troppa leggerezza a diffondere e propagandare vere e proprie corbellerie.

E' questo il caso di un articolo pubblicato recentemente su Repubblica, in cui il "corrispondente" Federico Rampini scrive che il terzo mercoledì di ogni mese nove banchieri facenti parti di una non meglio identificata "élite", ma a tutti gli effetti una "vera e propria cupola", si riuniscono segretamente a Wall Street per amministrare i destini del mondo:

Di nuovo loro: i Padroni dell'Universo. Stessi nomi, stessi vizi, una storia che sembra condannata a ripetersi e col finale che rischia di essere già scritto: l'impunità. Stavolta è l'intero mondo dei titoli derivati - finanza "tossica" che ebbe un ruolo cruciale nella crisi del 2008 - l'oggetto delle loro congiure. Una vera e propria "cupola" di grandi banchieri esercita un potere esclusivo di controllo su questo mercato. Fuori da ogni trasparenza, e al riparo da ogni concorrenza. "Il terzo mercoledì di ogni mese - rivela il New York Times - nove
membri di una élite di Wall Street si riuniscono a Midtown Manhattan."...

La notizia, dunque, giunge dal New York Times. Altro giornale, altro giornalista che vede grandiose cospirazioni.
Ma le fonti di questa notizia dove sono?

I dettagli delle loro riunioni sono coperti dal segreto. Rappresentano Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan, Citigroup, Bank of America, Deutsche Bank,
Barclays, Ubs, Credit Suisse". Ufficialmente, i nove banchieri di questo potentissimo comitato d'affari hanno il compito di "salvaguardare la stabilità e
l'integrità" su un mercato che muove ogni giorno migliaia di miliardi di dollari. Di fatto, il club dei nove "protegge gli interessi delle grandi banche che ne fanno parte, perpetua il loro dominio, contrasta ogni sforzo per rendere trasparenti i prezzi e le commissioni". La denuncia raccolta dal New York Times viene dal massimo organo di vigilanza. La fonte più autorevole all'origine dell'inchiesta è Gary Gensler, capo della Commodity Futures Trading Commission.

Lo dice Gary Gasler.
Sì... ma c'è un documento, una prova, qualcosa che dimostri la fondatezza di questa storia?

Il Dipartimento di Giustizia ha aperto un'inchiesta "sulla possibilità di
pratiche anti-concorrenziali nel clearing e nel trading sui derivati". I sospetti di collusione e di un vero e proprio cartello non sono nuovi. Ma trovare le prove è difficile.

Un modo come un altro per dire che non ci sono prove, insomma...

Estrarre prove dal club dei Padroni dell'Universo è complicato, almeno se si seguono i metodi "normali".

E che facciamo, Rampini? Li torturiamo?

Di qui la grande attesa per le rivelazioni annunciate da WikiLeaks sulla Bank of America: chissà che non riesca Julian Assange dove la magistratura non arriva...

Siamo a posto allora... dobbiamo aspettare Wikileaks.

Intanto sta di fatto che secondo Rampini il New York Times avrebbe scritto che un certo Gary Gensler avrebbe detto... Già, che cosa avrebbe detto? Non si sa. Ci sarebbero questi Padroni dell'Universo, ma non si capisce se è una cosa detta da Gensler o dal New York Times o da Rampini.

Però ci sarebbe un'inchiesta. Non si sa chi l'ha aperta, su cosa esattamente sia stata aperta, cosa abbia scoperto: si sa solo - o meglio si dice - che c'è un'inchiesta.

Prove non ce ne sono. Ma c'è la speranza che faccia chiarezza sulla questione Wikileaks...

Non uno straccio di fonte, di link, di documento, niente di niente.
Illazione su illazione, Rampini ha messo su un articolo in perfetto stile "chiacchiere da barbiere"...
Povero giornalismo...

Ringraziamo Groove per la segnalazione.

Note: il lettore Alessandro F. ci ha segnalato il link all'articolo originale del NYT (link e backup link) e il lettore Gaetano P. ci ha segnalato un altro articolo come quello oggetto della Perla, su La Stampa (link e backup link). Ringraziamo entrambi.

giovedì 16 dicembre 2010

Basta ai Pokemon

Sia chiaro: non abbiamo una particolare simpatia per i Pokemon. Non li abbiamo mai capiti, non sappiamo esattamente cosa facciano e cosa rappresentino, per quanto ci riguarda sono solo personaggi di cartoni animati che evidentemente hanno avuto un grande successo commerciale.

Sta di fatto che divertono milioni di bambini in tutto il mondo, e da un bel po' di anni, e anche se preferiremmo qualcosa di più istruttivo e formativo, non è il caso di farne una tragedia.


Non tutti la pensano così, però, e tra i nemici irriducili dei Pokemom c'é il sito Eben-Ezer, che rappresenterebbe - a dire dei suoi responsabili - la Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale:

Siamo una Comunità Evangelica Pentecostale di circa 380 membri, una chiesa che con l'aiuto del Signore ha affrontato e sorpassato tanti ostacoli.

In realtà, tempo addietro ci trovavamo in un locale in affitto molto piccolo dove soffrivamo molto il caldo, siamo stati li 20 anni.

Poi che è successo? Li hanno liberati?
Sia come sia, questi comunitari evangelici pentecostali odiano i Pokemon.
Ecco cosa scrivono in una pagina dedicata a questi personaggi di fantasia:

Basta ai Pokemon
Il fenomeno del Cartone animato Pokemon sta creando moltissimi disagi nelle famiglie in cui i bambini lo guardano alla TV . Da una ricerca effettuata su Internet, sono risultate delle notizie decisamente allarmanti:
1 -il nome Pokemon, non è l'unione dei due termini Pocket e Monster ( che significa "Mostro Tascabile"), ma risulta essere l'unione dei due termini Pocket e "Demon (che significa "Demone Tascabile")
2 -da molti siti dedicati ai Pokemon, che si possono trovare sul web di Internet si accede direttamente a siti di occultismo, satanismo e magia nera;
3 L' obiettivo che i Pokemon si prefiggono è quello di corrompere l'innocenza del bambino, educandolo ed abituandolo gradualmente alla ribellione nei confronti dei genitori, alla violenza ed all’egoismo. L’idea che si nasconde dietro alla falsa apparenza innocente dei Pokemon è di mostrare al bambino che può diventare una potenza del mondo delle tenebre
4 -La meta del gioco è far collezionare al bambino tutte le carte da gioco Pokemon, Con la promessa che, quando avrà in suo possesso tutte le carte da gioco, egli potrà esaudire tutti ì suoi desideri
5 -Alcune carte da gioco Pokemon sono diventate rare, quasi introvabili: questo Costringe i bambini a far pressione sui genitori affinché li procurino; con ingente dispendio di tempo, dl energie e di denaro; .
6 -Nei cartoni animati e nei videogiochi Pokemon la violenza mostrata non è esplicita, la mente del bambino non viene volutamente focalizzata sul fatto che, anche solo per gioco, sta distruggendo milioni di vite umane, per il bambinI il gioco è mettere una sfera rossa (una, bomba) in una buca, e poi farla esplodere;
7 –questo gioco, apparentemente calmo e innocuo, abbraccia direttamente la magia nera, la stregoneria, l'occultismo, il reiki ,il channeling, la possessione demoniaca, il vampirismo.

Satanismo, magia nera, distruzione di milioni di vite umane, possessione demoniaca...???
Va bene che sono rimasti chiusi per vent'anni in 380 in una stanza piccola e senza climatizzatore, ma qui siamo alla paranoia pura.

Vedete, signori evangelici, i Pokemon sono una scempiaggine, sono cartoni animati, piacciono e si vendono bene ma il satanismo non c'entra un fico secco.

E' solo una questione commerciale, se non foste rimasti chiusi nella stanza per 20 anni lo avreste scoperto anche voi.

E poi, scusate... non vi siete accorti che proprio sulla Home Page del vostro sito scorrono banner pubblicitari di ogni genere?
Guardate questo:


C'è la pubblicità al software Guitar Hero con tanto di corna!
Sulla base dei vostri ragionamenti, sareste anche voi un sito di satanismo!!!

Ringraziamo Boffa per la segnalazione.

giovedì 9 dicembre 2010

Cose di Nicoletta Forcheri

Nicoletta Forcheri è una vecchia conoscenza di chi bazzica il mondo dei complottisti e infatti non è raro incontrarla su Luogocomune, irriducibile fan di Massimo Mazzucco, e in giro per il Web dove mantiene il blog Cosenostreacasanostra firmandosi come Ennedieffe (che ricorda l'effedieffe del conosciutissimo Maurizio Blondet).

Le argomentazioni della Forcheri sono sempre le solite: grande complotto mondiale, demolizioni controllate, tutta colpa della CIA e del Mossad, niente di nuovo, insomma.

E proprio sul blog Cosenostreacasanostra la Forcheri ha recentemente pubblicato una bellissima Perla.

Vediamo di che si tratta.

Nicoletta ha diligentemente tradotto un articolo pubblicato su un sito americano, Borowitz Report, secondo cui dopo la vicenda Wikileaks il governo statunitense avrebbe ordinato ai propri ambasciatori di non dire mai più la verità:

WASHINGTON (The Borowitz Report) – Come primo effetto principale delle rivelazioni fatte trapelare da Wikileaks, il Dipartimento di Stato ha ordinato a tutti i diplomatici statunitensi di "cessare e desistere dal dire la verità, fino a ulteriori istruzioni".

“Stiamo lavorando indefessamente per tentare di assicurarci che non si ripetano nel futuro fughe come queste" ha dichiarato il Segretario di Stato Hillary Clinton ai giornalisti. "Ma fino a quando non avremo tappato le fughe di notizie, è obbligatorio che tutti i nostri diplomatici indossino la maschera delle falsità".

Alla Forcheri, antiamericana per eccellenza, non è sembrato vero di poter mettere le mani su una notizia così appetitosa.
Presa dalla foga, ha tradotto indefessa tutto il resto del pezzo:

La Segretaria di stato Clinton ha osservato che essendo molti diplomatici americani grandi sponsorizzatori politici con lunghe carriere nel mondo della finanza alle spalle, "ciò non dovrebbe essere particolarmente difficile per loro.”

Ma per quei diplomatici di professione che provengono dai servizi esteri, il Dipartimento di Stato terrà una serie di "seminari su come evitare di dire la verità" impartiti dai quadri della Goldman Sachs.

Inoltre, La Segretaria di Stato Clinton ha dichiarato che il Dipartimento di Stato farà installare su tutti i pc di tutti i diplomatici un nuovo software chiamato ScudoCandore™, per tradurre automaticamente qualsiasi linguaggio veritiero in una versione meno imbarazzante e purificata da verità.

Ad esempio, ha spiegato, il software tradurrebbe l'espressione “canaglie ipocrite” in “alleati pakistani fidati” e cancellerebbe qualsiasi riferimento al presidente francese Nicolas Sarkozy come “Monsieur pantaloncini corti."

Per il resto, Interpol ha rilasciato una dichiarazione sulle ricerche del fondatore di Wikileaks, Julian Assange: “Quando troveremo Julian Assange lo assumeremo."

Ormai conosciamo bene i complottisti, sappiamo che si comportano come un toro davanti a un drappo rosso: non capiscono più nulla.
La differenza è che il toro perde il controllo quando vede il drappo rosso, mentre un complottista si comporta così sempre.
Tanto sono accecati dalla smania di svelare complotti e di far trionfare la rivoluzione sociale (qualunque cosa intendano con questo termine) che perdono del tutto obiettività, spirito critico, capacità logica e senso dell'humour.

Possibile che la Forcheri non si sia resa conto di quanto fossero inverosimili certe affermazioni contenute nell'articolo di Borowitz?

Tanto per cominciare, non è esattamente logico che il Governo americano, dopo aver dato una simile disposizione ai propri diplomatici, la renda pubblica: "abbiamo ordinato ai nostri ambasciatori di mentire".
E' una cosa idiota, giusto? La Forcheri l'ha bevuta.

Possibile che si terranno seminari gestiti dalla Sachs per insegnare ai diplomatici a mentire? La Forcheri ha trangugiato.

Possibile che i diplomatici utilizzeranno un software che sostituisce automaticamente le frasi vere con frasi false? Ha bevuto anche questa.

Non è da perfetti imbecilli pensare che l'Interpol abbia dichiarato di voler assumere Assange? La Forcheri l'ha mandata giù senza pensarci due volte.

Ha pure scritto un breve commento introduttivo:

Conseguenze della baraonda Wikileaks

Proprio non le è passato per la testa che forse l'articolo originale era un po' strano...

Infatti il Borowitz Report è un sito comico: si tratta di semplici battute inventate di sana piana per far ridere la gente.

Per carità, anche l'articolo della Forcheri fa proprio ridere: la differenza è che Borowitz fa ridere perché è un comico, la Forcheri fa ridere perché tenta di essere seria...

Con una Perla del genere Nicoletta Forcheri avrebbe avuto tutto il diritto di concorrere al Premio Perlone, purtroppo non ha fatto in tempo per l'edizione 2010 ma senz'altro si è guadagnata la candidatura al Perlone 2011.

Ringraziamo Giovanni G. per la segnalazione e appelliamo i nostri lettori affinché spediscano qualche confezione di Alka Seltzer alla Forcheri: con tutta la roba che beve ne ha certamente bisogno.

giovedì 2 dicembre 2010

Al via il Premio Perlone 2010

Anche quest'anno siamo arrivati a uno degli appuntamenti più attesi dai nostri lettori: l'elezione del Perlone 2010.

Il premio, giunto alla quarta edizione, sarà assegnato sulla base dei voti espressi attraverso il sondaggio predisposto su IMediaPoll, accessibile direttamente dalle nostre pagine Web (riquadro nella colonna a destra).

Nei mesi scorsi abbiamo ricevuto numerose e-mail di "nomination", e prima ancora abbiamo registrato un certo numero di commenti insoddisfatti per la selezione dei nominativi proposti nell'edizione 2009.

E' quindi opportuno sottolineare che la rosa dei candidati viene scelta principalmente sulla base del feedback espresso dai lettori, sia con le visite alle pagine su cui sono pubblicate le Perle, sia con le loro segnalazioni inviate per posta o attraverso i commenti pubblicati in giro per il Web.
Per alcuni candidati, la scelta prescinde da questo parametro. Così il vincitore della precedente edizione è candidato di diritto a quella nuova e i complottisti "storici" continueranno a essere riproposti fintanto che resteranno sulla cresta... delle Perle.

Tuttavia quest'anno abbiamo mantenuto liberi un paio di "slot". Se i lettori (un numero significativo di lettori) dovessero richiedere l'aggiunta di un altro candidato (purché sia stato protagonista di almeno una delle nostre Perle) provvederemo a integrare la lista in corso di votazioni.

E ora veniamo a presentare i nostri baldi candidati.


I primi tre sono ben noti: Giulietto Chiesa (a sinistra), Massimo Mazzucco (al centro) e Maurizio Blondet (a destra), figure "storiche" del complottismo italiano anche se nel corso del 2010 sono apparsi relativamente "spenti" rispetto agli anni precedenti. Mazzucco peraltro è anche il vincitore dell'edizione 2009 e 2007 (la prima edizione).

I libercoli e i filmetti complottisti di Chiesa e Mazzucco sono spazzatura più volte riciclata, mentre Blondet si è da tempo auto-esiliato trasformando il proprio blog in un sito a pagamento.
Ciò nonostante, sia Chiesa che Mazzucco sono ancora copiosamente segnalati, segno che godono sempre di molti estimatori.


Dal canto suo, Rosario Marcianò (alias Straker) continua a incarnare lo stereotipo dello sciachimista folle, probabilmente è il complottista più "acclamato", anche se abbiamo drasticamente ridotto le sue apparizioni sulle nostre Perle per lasciare spazio ai complottisti in erba.

In ogni caso Marcianò - vincitore dell'edizione 2008 - rientra di diritto nell'elenco dei candidati.


Eugenio Benetazzo è un signoraggista (lui si definisce "predicatore finanziario"), lo avevamo incontrato già nel 2008 e ne abbiamo riparlato quest'anno per commentare il suo "manifesto economico", una serie di proposte che sembrano uscite direttamente dal mondo dei Puffi piuttosto che da uno studioso di economia finanziaria.
Tra l'altro, essendosi il Benetazzo incavolato parecchio per le nostre Perle, abbiamo pensato di organizzare una colletta per mandargli un mazzo di rose e una confezione di cannuoli siciliani, per addolcirlo un po'.


Maruska DiStefano è la mitica studentessa laureata in economia con una tesi sul signoraggio che sembra scritta da una capra balbuziente.

Abbiamo ricevuto un numero piuttosto cospicuo di e-mail che richiedevano a gran voce la sua candidatura.


Di Franco Cardini abbiamo parlato veramente poco nelle nostre Perle, è uno storico molto impegnato a sostenere le teorie complottiste sull'11 settembre (e non solo quelle...), di lui ci sarebbe davvero tanto da dire... e ci auguriamo di farlo al più presto.

Nel frattempo lo candidiamo con piacere, anche in considerazione della gran quantità di segnalazioni pervenute.


Piero Montesacro è lo pseudonimo di un amministratore di Wikipedia che i nostri lettori conoscono molto bene e che incarna letteralmente il volto peggiore dell'enciclopedia libera e della sua incapacità di espellere le scorie nocive.

La sua presenza tra i candidati è rappresentativa: simboleggia un gruppetto piuttosto nutrito di wikipediani (amministratori e non) che agiscono in sintonia sostenendosi reciprocamente e condizionando lo stato di numerose voci enciclopediche, l'esito delle votazioni, le modifiche dei regolamenti. Per effetto di questa situazione, Wikipedia italiana è diventata qualcosa di molto diverso dall'enciclopedia libera e aperta immaginata dai suoi creatori.


Paolo Fienga è il responsabile di Lunexit, uno di quei siti che vedono UFO e alieni dietro ogni angolo.
La Perla di cui si è reso protagonista il sito nel 2010 gli ha fatto guadagnare di diritto la candidatura che è rappresentativa per l'intero staff di Lunexit e per tutti i suoi più assidui frequentatori.


Roberto Morini è un fisico nucleare con la passione della filosofia e il pallino del complottismo. E' convinto che la Terra è fissa...
Impossibile non candidarlo!



Adesso tocca a voi.

Chi si aggiudicherà l'ambitissimo Perlone 2010?

giovedì 25 novembre 2010

Anticorpi.info

Oggi parliamo di evoluzionismo e creazionismo.

La questione non ci interessa direttamente, nel senso che ognuno è libero di credere a una o più divinità (purché non si senta autorizzato - per ciò solo - a tagliare la gola al prossimo) e a dare un senso alla storia della vita sulla Terra.

Quando, però, la diatriba viene trattata da un complottista, la Perla è dietro l'angolo, ed eccoci qui a parlare del sito Anticorpi.info e di un post titolato: "Evoluzionismo: verità o ideologia?".

Nessun dubbio sul fatto che il gestore del sito sia un complottista verace: la pubblicità a David Icke (il mattoide che sostiene che l'Umanità è controllata da lucertole aliene con sembianze umane) parla da sola.

Dunque, Anticorpi.info se la prende con le teorie evoluzionistiche, quelle introdotte da Darwin, per intenderci, e sostanzialmente condivise dall'intera comunità scientifica.

Vediamo cosa scrive qua e là.

Nel novembre 1859 fu pubblicata "L'origine delle specie" di Charles Darwin. Essa è solo apparentemente materia ad uso esclusivo degli specialisti.
(...)
Fra le grandi "conquiste" del pensiero moderno, essa occupa un posto particolare. (...)
l'evoluzionismo darwiniano è uno dei pilastri dell'Ideologia del Progresso e della modernità in generale. Negarlo o anche solo criticarlo, significa negare una verità chiara come il sole, e per uno scienziato, precludersi ogni possibilità di carriera, e relegarsi a vita nel limbo dei ricercatori di seconda o terza fascia.

Esagerato! Charles Darwin non era mica un filosofo o un sacerdote, e non era certo uno di quei fanatici psicopatici che scrivono teorie allucinate standosene comodamente seduti sulla poltrona di casa per poi farne oggetto di libri e conferenze (proprio come Icke, per citarne uno a caso).
Darwin fu uno studioso serio che profuse sforzi immani nelle sue ricerche, girando tutto il mondo per analizzare le forme di vita piccole e grandi e per raccogliere campioni da esaminare (solo chi ha visto il Darwin Center presso il Museo di Scienze Naturali di Londra può avere un'idea della complessità e maestosità di questo lavoro).

Il frutto di questo lavoro fu una teoria scientifica, basata su dati oggettivi e conseguenze logiche.
Uno scienziato può anche essere in disaccordo con le sue conclusioni... a patto però che sappia proporre una teoria alternativa altrettanto valida e logica.
Altrimenti è del tutto normale, anzi sacrosanto, che sia preso a calci nel fondoschiena dalla comunità scientifica!

(...) il cosidetto evoluzionismo al contrario di quello che pensa la gente comune, è tutt'altro che una verità assodata, come si vuole far credere, ed è ben lungi dall'essere dimostrato o provato "scientificamente".

Mica vero. Innanzitutto, una teoria scientifica serve a spiegare un determinato fenomeno ed è valida finché non ne viene formulata una migliore.
Non è detto che una teoria scientifica debba essere dimostrata per essere considerata valida: l'importante è che essa riesca a spiegare ciò che viene osservato in accordo con i dati disponibili.
Facciamo un esempio.
Se all'ora di pranzo vedete un po' di gente che va dal salumiere a prepararsi un panino e poi se lo mangia, la teoria è quella che avevano fame e hanno deciso di mangiarsi un panino.
Non c'è modo di accertare oggettivamente che sia così. Non potremmo escludere, ad esempio, che siano stati tutti ipnotizzati da un lucertolone alieno e costretti a comprare e mangiare un panino che non desideravano affatto.
La prima teoria, però, offre una spiegazione logica e coerente con le nozioni di cui disponiamo.
La seconda è da manicomio.

Qui si vuole soltanto mettere in evidenza il carattere ideologico della questione - evidente per esempio nello insegnamento scolastico - insieme con i tantissimi punti oscuri della teoria darwiniana, che paradossalmente - ma nemmeno tanto - hanno più probabilità di essere riconosciuti dagli stessi ricercatori che dai cosiddetti "divulgatori", che spesso altro non sono se non dei mercenari ideologizzati, al soldo di chi sanno loro.

Mercenari idologizzati al soldo di...? Della CIA? Di Andreotti? Di chi?
Ci piacerebbe proprio saperlo, visto che questa volta non può essere colpa degli ebrei (loro un Dio ce l'hanno e ci credono) né dei Gesuiti (anche per loro Dio non si tocca).
E' forse un complotto social-comunista? Darwin era sul libro di paga dei cinesi?
Il mistero si infittisce.

Ma andiamo per ordine.

Giusto, andiamo per ordine. Una Perla dopo l'altra...

Intanto uno dei principali vanti degli evoluzionisti, ossia il fatto che tale teoria sia rimasta praticamente immutata in 150 anni, ne evidenzia semmai - in un'epoca come la nostra in cui spesso le teorie hanno vita breve - il carattere ideologico più che scientifico.

Ma che dice? Se una teoria resta immutata, significa che nessuno è stato capace di proporne una migliore!

Da quanti secoli si sostiene che le galline nascono dalle uova? La teoria non è mai cambiata, eppure non ci pare che sia una questione ideologica...

(...) Nella terra di conquista del capitalismo moderno, la teoria di Darwin sembra davvero l'ideologia del trionfo borghese adattata alle scienze naturali...

Ecco svelato l'arcano! Dunque quel farabutto di Darwin era sul libro paga dei capitalisti borghesi, altro che social-comunisti!
Un momento, però. Ma i capitalisti borghesi non sono anche quelli che tutte le domeniche vanno in Chiesa, battezzano i figli e si sposano su un altare? Ci sfugge ancora qualcosa...

(...) Le somiglianze tra il modello evoluzionista e quello economico liberale sono a dir poco impressionanti. La lotta per l'esistenza tra i singoli animali altro non è se non la competizione tra i vari homines economici; la sopravvivenza del più adatto...

Ma allora hai il vizio di esagerare! Il modello economico-liberale è vecchio quanto il mondo. Se uno decide di vendere cubetti di ghiaccio in Alaska o motoscafi nel Sahara, è chiaro che fallisce. Le leggi della domanda e dell'offerta, la competitività, dominano gli scambi commerciali da sempre.
Mica gli egizi erano così fessi da andare a comprare il pane dal panettiere che ne vendeva di peggior qualità e a maggior prezzo.

(...) Innanzitutto, uno dei dogmi dell'evoluzione darwiniana, ossia l'azione della selezione naturale, sembra non trovare sempre riscontro nella realtà: la selezione sembra agire spesso più in senso conservatore che non innovatore, come invece prevede la teoria, facilitando la persistenza e la continuità dei caratteri vecchi piuttosto che il sorgere di quelli nuovi. Infatti, le differenze qualitative tra le varie specie sono maggiori nei primi fossili conosciuti che tra le specie attuali, ossia la variabilità è diminuita nel tempo anzichè essere aumentata.

Questa è proprio buona. La vita sulla Terra ha circa 4 miliardi di anni e gli uomini si interessano di studiare l'evoluzione delle forme di vita da pochi secoli.
Questo significa che la nostra visione "in tempo reale" è limitata a un periodo temporale che è solo una parte insignificante dell'evoluzione: un decimilionesimo, per l'esattezza.

E' chiaro che tutto ci appare immobile: è come osservare un singolo fotogramma di una pellicola che ne contiene 10 milioni!

(...)il numero di generi e di specie nei milioni di anni non è aumentato gradualmente e con una certa continuità, come prevederebbe la teoria darwiniana, ma appare improvvisamente nel Cambriano, con un apparente salto dal nulla rispetto a prima!

Può darsi. L'aspetto curioso è che l'autore di Anticorpi.info sta continuando ad azzannare la teoria darwiniana originale, mostrando di ignorare completamente gli sviluppi scientifici degli ultimi decenni.
La teoria dell'evoluzione lenta e graduale concepita da Darwin (che - ricordiamolo - certamente non disponeva dei moderni strumenti scientifici) è stata soppiantata da un bel pezzo.
Già negli anni cinquanta si fece strada la teoria degli equilibri punteggiati e oggi la teoria scientifica più accreditata è quella del neodarwinismo che unisce le ricerche di Darwin e di Mendel (ricordate? quello dei piselli...) con i dati forniti dalle analisi e dalle scoperte scientifiche più recenti.
Oggi la teoria della speciazione, nell'ambito del neodarwinismo, è quella condivisa dalla comunità scientifica, spiega il motivo per cui ci sono evoluzioni repentine ed è dimostrata dalle osservazioni scientifiche.

E' quindi palese che ANTICORPI.info ha scritto una marea di idiozie.
Infatti non è vero che la teoria di Darwin è ferma da 150 anni, perché da allora è stata più volte rivisitata e migliorata, e questo si chiama metodo scientifico, altro che ideologia.
Non è vero che non è dimostrata: gli studi sugli animali, specialmente sugli insetti (ma anche sui microrganismi) che avendo vita brevissima consentono di osservare numerosissime generazioni nel giro di poco tempo, hanno dimostrato la sua fondatezza.

Non è nemmeno vera quest'altra affermazione:

(...)da una specie all'altra vi sono sempre e solo salti e mai continuità! Ossia due specie vicine che vengono messe a confronto, presentano caratteristiche già formate, già compiute, e non in divenire, come ci si aspetterebbe. Non si riesce quindi a capire come tra due specie con tratti già compiuti si passi ad un'altra specie. Questa mancanza è forse la più grave. Di cosiddetti "anelli di congiunzione" tra le varie specie non ne sono mai stati trovati di certi ed inequivocabili, se non alcuni, vaghi e molto discutibili. Famoso è quello mancante tra la scimmia e l'uomo, ma non è l'unico.

Infatti gli anelli di congiunzione tra varie specie sono stati trovati, come spiegano i testi che illustrano la teoria sulla speciazione.
Il fatto che in qualche caso (scimmia - uomo) non siano stati trovati, non significa che non esistono. Parliamo di roba vecchia 2 o 3 milioni di anni, non è che si trovi scavando sotto un cespuglio del giardino di casa.
Purtroppo però, anche in questo caso l'autore di ANTICORPI.info ha scritto una baggianata: l'anello di congiunzione tra scimmia e uomo è stato trovato.
Ne hanno parlato media e stampa professionale già nel 2009, anche se la presentazione ufficiale è avvenuta nella primavera del 2010.

Altro che complotto ideologico della borghesia capitalista.

Tra l'altro, le diversità nell'ambito della stessa specie sono evidentissime: basti considerare quanto può variare l'altezza di un uomo o il colore della sua pelle, per rendersi conto che l'evoluzione (intesa come cambiamento, proprio come dicono gli scienziati) non si è mai fermata.

Piuttosto, a voler essere creazionisti, sì che ci sarebbero domande cui è difficile rispondere.
Perché mai Dio avrebbe dovuto creare le zanzare e i complottisti?
Al contrario, la teoria della speciazione risponde a queste domande.
A volte nasce una persona seria ed equilibrata, a volte ti esce fuori un Mazzucco o un Chiesa o un Blondet. E' l'imprevedibilità della natura...

Ringraziamo Alessandro "Connacht" M. per la segnalazione.

giovedì 18 novembre 2010

Ferma gli alieni!!!

Gli alieni sono un grosso problema.

Quando meno ve lo aspettate, arrivano, vi rapiscono, vi portano a bordo delle loro astronavi e lì vi sodomizzano, vi infilano sonde nelle orecchie e nel naso, vi iniettano sostanze di ogni tipo, vi impiantano microchip...

E' un grossa scocciatura, perché magari in quel momento avete qualcosa di importante da fare, un appuntamento urgente, e proprio non potete permettervi di essere rapiti dagli alieni.

E non c'è solo il problema dei rapimenti, ma anche quello del controllo mentale.

Come certamente vi è capitato, spesso gli alieni si divertono ad assumere il controllo mentale degli esseri umani, per fargli fare le cose più assurde. Ad esempio, c'è chi ha regalato un anello di brillanti alla suocera, chi ha dipinto le pareti di casa con vernice lilla, chi si è comprato 100 DVD di Mazzucco...

Adesso, finalmente, c'è la soluzione.

Si tratta di un copricapo in pelle rivestito di Velostat, una specie di materiale isolante. Potete costruirlo spendendo poche decine di euro e da quel momento sarete al riparo da rapimenti e influssi mentali alieni.

Lo garantisce Michael Menkin, disegnatore tecnico della Boeing, e potete trovare tutte le istruzioni necessarie sul sito FERMAGLIALIENI, gemello italiano di Stop Abduction, da cui è stato estratto lo shot in apertura.

Le testimonianze dell'efficacia dell'elmetto antialieni sono numerose e incontestabili.

Ad esempio questa ragazza scrive:


"Per anni sono stata rapita dagli Alieni e per una fortunata coincidenza ho trovato stopabductions.com.
L'Elmetto protettivo costruito da un esperto ha fermato le loro visite indesiderate e ha elevato di molto la qualità della mia vita e quella della mia famiglia. Per questo raccomando caldamente di usarlo."

In tutta onestà, a giudicare dall'espressione della ragazza, abbiamo la sensazione che se la sia spassata parecchio con gli "alieni" nel corso dei suoi numerosi "rapimenti", ma quel che conta è che l'elmetto funzioni.

Bisogna stare attenti, però, agli "ibridi alieno-umani". Infatti, spiegano quelli di fermaglialieni, esistono alieni che hanno sembianze umane e che potrebbero cogliervi di sorpresa e togliervi il copricapo protettivo con mossa fulminea.

Ebbene, quelli di fermaglialieni consigliano di ovviare a questo rischio fissando ben bene l'elmetto alla vostra testa con un bel po' di nastro adesivo e di spago.

Ma - aggiungiamo noi - perché limitarsi? Visto che dovrete sempre indossare l'elmetto (gli alieni potrebbero rapirvi in qualsiasi momento: mentre siete in spiaggia o quando dormite, ad esempio), perché non usare un buon mezzo litro di colla tipo Attak per fissarlo DEFINITIVAMENTE al vostro cuoio capelluto?

Probabilmente l'Attak vi darà qualche problema di irritazione, ma è sempre meglio che rischiare di strangolarsi con qualche metro di spago, che ne dite?

Ah, poi c'è un altro problema.

Pare che il Velostat, il materiale con cui è costruito l'elmetto, possa provocare accumuli di elettricità statica.

E' consigliabile, quindi, che vi dotiate di una efficiente messa a terra.

Ad esempio una striscia di gomma e rame come quelle usate dalle auto per scaricare elettricità al suolo.

Un'estremità dovrà toccare il terreno, l'altra la vostra pelle.

Con il casco protettivo e la coda di messa a terra, farete un bel figurone quando passeggiate per le vie della vostra città, vedrete.

E finalmente gli alieni vi lasceranno tranquilli.

Se qualcuno con un camice bianco o verde si avvicinerà a voi, non preoccupatevi: non si tratta di alieni ma semplicemente di medici o paramedici del locale manicomio.

Seguiteli con fiducia...

giovedì 11 novembre 2010

Mazzucco e le donne

Ogni tanto quelli di Luogocomune regalano dei momenti davvero spassosi.

Definirli Perle è perfino riduttivo: si tratta di vere e proprie esplicitazioni del modo in cui sragionano i complottisti.

Tuttavia tra una risata e l'altra si colgono sfumature interessanti per comprendere cosa si muove dietro certe teorie.

Capita che il sempreverde Massimo Mazzucco, ex regista e attuale gestore del sito Luogocomune, ha deciso di affrontare un tema insolito (per un complottista): le differenze “cerebrali” tra uomo e donna.

La circostanza incuriosisce perché la vera natura delle idee cospirazioniste affonda le sue radici nelle ideologie di stampo nazista, che hanno un modo molto particolare di considerare il ruolo della donna.

Il legame tra complottismo e nazismo spiega il motivo per cui le teorie complottiste spesso nascono e/o si amplificano negli Stati Uniti d'America, dove neonazismo e razzismo sono fenomeni certamente molto più significativi rispetto all'estremismo di sinistra (per non parlare dell'anti-americanismo).

Non è un caso che tutti (o quasi) gli esponenti del complottismo americano abbiano legami più o meno stretti con il neonazismo.

Né è un caso che sempre – o quasi sempre – le teorie complottiste puntino il dito contro Israele e contro una fantomatica “lobby ebraica”: l'antisemitismo, infatti, è un sentimento proprio dell'ideologia nazista.

Forse il più grande complottista non americano è Thierry Meyssan, uno dei padri del complottismo undicisettembrino, un personaggio estremamente vicino agli ambienti dell'integralismo islamico e alle fazioni filo-palestinesi... e quindi a quel neonazismo arabo che pochi conoscono ma che serpeggia e si insinua dove meno ci si aspetta.

Ad esempio, uno dei maggiori testimonial del complottismo, William Rodriguez, si è convertito all'Islam e ha partecipato a conferenze neonaziste.

Dicevamo del ruolo della donna nella società nazista, argomento spesso trascurato da storici e studiosi. Nella Germania nazista la donna aveva il compito di curare il focolare domestico e di generare figli. Erano perfino previsti riconoscimenti e incentivi per le donne che partorivano numerosi figli, fino ad arrivare alla Croce d'Onore d'oro per quelle che mettevano al mondo almeno OTTO figli.

Non sfuggirà che questa visione nazista della donna assomigli parecchio a quella islamica.
Ed ecco quindi che ben due grandi collanti, antisemitismo e ruolo della donna, legano assieme nazismo e fondamentalismo islamico.

Per queste ragioni è inevitabile incuriosirsi quando Mazzucco, il complottista italiano anti-americano che vive a... Los Angeles e che nutre forti simpatie per Maurizio Blondet improvvisamente se ne esca con un articolo nel quale si mette a disquisire delle differenze tra il cervello dell'uomo e quello della donna.

Leggiamo qualche passaggio:

Se chiedi ad un uomo dove sta il prosciutto in frigo, ti dirà “nel terzo ripiano in basso a destra”, se lo chiedi ad una donna ti dirà “di fianco all’insalata, sotto i formaggi”
(..)
Perchè?
Per quanto ovviamente vi siano delle eccezioni, il fatto stesso che si possano fare delle generalizzazioni di questo tipo significa che siamo di fronte ad una differenza sostanziale nel modo di operare dei due cervelli.
La cosa stupefacente è che non esista – almeno a quel che mi risulta - una adeguata letteratura scientifica in merito. Con delle differenze così palesi e marcate, infatti, ci si aspetterebbe di trovare dozzine e dozzine di ricerche di tipo psicologico su questo argomento, mentre sembra quasi che la differenza “operativa” dei due cervelli venga intenzionalmente ignorata dalla scienza ufficiale. (Forse perchè non sono in grado di spiegarla?)

Per introdurre un argomento così delicato, che ha ben poco a che spartire con il complottismo, specialmente quello sull'11 settembre che gli ha regalato qualche manciata di spiccioli, Mazzucco comincia con l'esporre la banalissima considerazione che uomo e donna hanno schemi mentali differenti e poi afferma che la "scienza ufficiale" non si è mai occupata a fondo della questione, quasi a sottintendere che ci sia qualche complotto per nascondere la verità. Tanto basta (o dovrebbe bastare) per dare in pasto l'argomento ai suoi fan, pronti a spalancare il cervello a qualsiasi corbelleria purché abbia il sapore del complotto.

L'affermazione a monte dell'esca lanciata da Mazzucco, però, è del tutto falsa (il che è tipico di tutti i complottisti e di Mazzucco in particolare). Basta qualche banale ricerca su Google (anche in italiano) per verificare che esistono non centinaia ma migliaia di studi scientifici sulle differenze cerebrali tra uomo e donna.
Tra i tanti risultati ottenuti dai motori di ricerca, ne postiamo giusto uno molto significativo (link al pdf) per l'elevato livello della fonte e per i riferimenti a numerosi altri studi citati nel testo.

Quindi Mazzucco ha detto una balla (l'ennesima), verosimilmente per giustificare la pubblicazione di un articolo sull'argomento.

Qual è la conclusione, il messaggio che Mazzucco ha inteso trasmettere ai propri adepti?
La conclusione, di fatto, è questa:

Non si tratta quindi di affermare che l’uomo sia “meglio” o “peggio” della donna, ma si tratta di riconoscere una differenza sostanziale nel modo di operare dei loro cervelli, in cui alla fine i vantaggi e gli svantaggi si equivalgono e si compenetrano. Dove non arriva l’uno arriva l’altro, e viceversa.

Dunque "si tratta di riconoscere una differenza sostanziale nel modo di operare tra il cervello dell'uomo e quello della donna".

E quindi? A quali conseguenze dovrebbe portare questo riconoscimento?
Mazzucco non lo dice e i suoi lettori, non sapendo che pesci prendere, danno libero sfogo a pensieri e considerazioni, alcune delle quali davvero spassose:

La donna è natura, l'uomo è cultura.
opppure...
L'uomo caccia, la donna pesca

scrive Calvero.

direi che questo argomento e' stato oggetto di varie ricerche, nelle quali si e' scoperto proprio quello che hai esposto tu nell'articolo

osserva Incredulo, di fatto smentendo l'assunto di Mazzucco secondo cui l'argomento sarebbe stato ignorato dalla scienza ufficiale.

Un altro iscritto, Benitoche, sentenzia:

Sig Mazzuco,i più grossi errori si fanno all'inizio
Nel sonno il cervello è più attivo ,questo è un dato di fatto acquisito giusto?
Se dicessimo che il cervello nella veglia diviene + attivo,saremo in errore(visione materialistica)perchè allora l'attivirà fisica del cervello significa "pensare"
Se siamo invece "ragionevoli",non possiamo propio dire che il cervello nella veglia ha un'attività più vivace che nel sonno
Quindi,l'attività corporea non può propio darci il pensiero
Se l'attività corporea potesse darcelo,esso dovrebbe consistere in una più forte attività corporea che il non pensare
Il non pensare consiste invece in una più forte attività corporea

Abbiamo cercato in giro qualcuno che riuscisse a tradurre il pensiero di Benitoche in una lingua comprensibile a noi terrestri, ma non l'abbiamo trovato.

Dal canto suo, anche Peo2001 smentisce Mazzucco:

la forte differenza sessuale del cervello è provata da molti studi abbastanza recenti

Insomma, sembra che tutti fossero a conoscenza delle differenze tra uomo e donna, compresi i relativi studi.
Solo Mazzucco ci è arrivato adesso, a 56 anni. Meglio tardi che mai...

Il povero Mazzucco è costretto a intervenire:

Mi auguro davvero che la discussione non caschi miseramente nell' "inferiore" o "superiore", ma che rimanga un tentativo di capire le differenze senza doverle per forza spiegare con una frasettina semplice semplice, di qualunque tipo.
Non sempre la sintesi è la conclusione migliore per una buona analisi.

Un tentativo di capire le differenze? Mazzucco ancora sta tentando di capire...?

Freeman, invece, sembra aver compreso bene dove è andato a parare Mazzucco:

Personalmente, sono convinto da lunghissima data che il dimorfismo sessuale nella specie umana cominci nel cervello, e provo piacere ogni volta che mi capita di imbattermi in qualche scritto che ha il coraggio di andare "contro corrente", rispetto al (finto)femminismo imperante. Del resto, non è certo un mistero che per certi compiti siano preferite e preferibili le donne, per altri gli uomini. Solo che nessuno ha il coraggio di dirlo apertamente, per paura di essere accusato di "discriminazione sessuale" (che è un come l'antisemitismo, torna buono per tutto senza che sia necessario dimostrare l'accusa).
Queste considerazioni faranno certamente torcere le budella alle femministe e a tutti i fedeli della neo-religione del politically correct, ma fortunatamente la biologia non è (ancora) un'opinione.

Poi arriva Peonia, che scrive un commento da incorniciare:

Non a caso l'Intelligenza Creatrice ha fatto sì che un Uomo e una Donna si attraggano e si uniscano per perpetuare la Specie.

Oddio, non è che ci voglia poi tutta questa intelligenza. Peraltro alcuni organismi si riproducono semplicemente dividendosi... e si perpetuano più che bene.

Diversi ma complementari, simili ma non uguali, perfetti nell'unione, che avviene (dovrebbe avvenire) in primis interiormente con le famose nozze alchemiche, in cui Maschile e Femminile si congiungono.

Nozze alchemiche? Che sono? Per Giove quanto siamo ignoranti...
Fortuna che ce lo spiega Peonia:

Indipendentemente da ogni identità sessuale, quando si riesce a fondere in se stessi «mascolino e femminino», ovvero, quando percettività e logica si uniscono, si produce il matrimonio alchemico.

Insomma, se uno fonde in se stesso mascolino e femminino senza riguardo all'identità sessuale, si produce forse un transessuale, per quanto ne sappiamo noi, ma probabilmente siamo retrogradi e oggi si dice "matrimonio alchemico".

Il discorso di Massimo è più "alto" della visione culturale del momento,di ogni momento, storico.

Ah ecco... insomma, se non riusciamo a capire cosa accidenti volesse dire Mazzucco il motivo è che lui è "troppo alto"... va al di là delle nostre "basse" capacità di comprensione...
Ma scusa Peonia, hai visto bene Mazzucco? E' quello che non è riuscito a distinguere un blog chiamato Shon dal sito della NASA...
Sarà che vola "troppo alto" e non riesce a leggere bene le scritte... mah...

E dopo un passaggio sulla medicina complementare, Peonia conclude:

Spero di essere stata chiara, volevo dire tante cose ma poi mi sono persa.....

Guarda, non ti ha capito nessuno. Ma su Luogocomune va benissimo così... sei "troppo alta"...

Eccone invece un altro che si è accorto che Mazzucco ha scritto una boiata, ma lo dice in punta di piedi (tra parentesi).
Infosauro:

Personalmente anch'io sono convinto che i 2 cervelli siano diversi (a dire il vero ricordavo di aver letto più di una ricerca a riguardo)

Poi arriva MauroCe, il quale cita addirittura Corrado Malanga:

Molto interessante a tale proposito è la spiegazione di Corrado Malanga sul funzionamento dei due emisferi del cervello, visti come due lettori della realtà olografica differenti.
In particolare l'emisfero sinistro leggerebbe in modo sequenziale la matrice con la quale per estrazione è rappresentabile il nostro mondo 'reale', per cui per andare da A a C devo passare necessariamente per B, leggendo sequenzialmente e quindi temporalmente gli eventi. L'emisfero destro invece collegherebbe istantaneamente i due punti A e C. La costruzione del nostro universo olografico (dico nostro perchè ognuno a questo punto ha il SUO ricostruito nel simulatore 3D che è il nostro cervello) sarebbe data dall'unione delle due letture. Questo spiegherebbe anche i fenomeni di DEJA-VU.
Le donne avrebbero quindi sviluppato più l'uso dell'emisfero destro, quello intuitivo che interpreta il mondo utilizzando le forme, i colori e le immagini, che sono molto più vicino all'archetipo rispetto alla PAROLA, che è molti strati sopra, separato da filtri culturali ed educativi che rallentano lo scambio tra la mente e il mondo reale.

Tenete presente che Corrado Malanga è uno che in altri tempi sarebbe stato rinchiuso con una camicia di forza, oggi gli permettono perfino di insegnare chimica... se fate una ricerca su Google capirete di che soggetto si tratta. A noi arrivano ogni settimana numerose segnalazioni sulle Perle di Malanga, anche se non abbiamo ancora avuto tempo di occuparcene.

Audisio, dal canto suo, commenta:

(...) le frontiere più avanzate della fisica quantistica
stanno sconfinando quasi nella magia e nel soprannaturale,
territori di elezione dell'universo femminile.
Vi invito a riflettere su queste mie considerazioni...

Dovrebbe invitare uno psichiatra, secondo noi...

Pensatore, probabilmente approfittando dei cinque minuti di aria, scrive:

Forse il cervello femminile mantiene più a lungo la sovrapposizione quantistica...

Gli fa eco Rafterry:

diverso tempo fa lessi "gli uomini vengono da marte, le donne vengono da venere", di jhon Gray.
l'argomento toccato riguarda proprio la differenza sostanziale dei due modi di pensare in relazione alla vita di coppia
(...)
usiamo dei "software" di procedimento mentale estremamente diversi.
Ho chiesto perchè fosse così a Madre Natura.
Mi ha risposto che se non fosse così sarebbe un gran casino (...)

Avete letto bene. Rafterry ha chiesto spiegazioni a Madre Natura.
Non chiedeteci come ha fatto: forse ha trovato il numero sulle Pagine Gialle o forse è così che si fa chiamare l'infermiere del reparto psichiatrico...

Il post di Manfred è un altro capolavoro:

(...) la donna ha continuato per molto tempo a salire in automobile come in natura andrebbe fatto, cioè come si entra in una grotta anche se artificiale, l'uomo invece si adeguato subitamente alle chimere del progresso.
Comunque non dipende dal cervello, ma dal legame più profondo della donna con la terra.

Le donne che salivano in auto nello stesso modo in cui entrerebbero in una grotta?
Ma da quale circo è saltato fuori questo Manfred?

E per ultimo (ma potremmo continuare a lungo, i post sono tanti e tutti meriterebbero una citazione), leggiamo cosa scrive Schottolo:

Non lo so se ha una qualche attinenza, ma durante il sonno viene prodotta una sostanza chiamata DMT, la più potente droga al mondo. Oltre una certa "dose" non ricordi nulla.. per questo al risveglio non ricordi quasi mai di aver fatto qualche sogno.

Schottolo ha le idee molto confuse, e questa non è una novità (semmai adesso ha dato un indizio su quale potrebbe essere la sostanza, o il tipo di sostanze, che determina il suo stato confusionale...).
Infatti:
1) la DMT è una droga a tutti gli effetti. Si spaccia, per intenderci.
2) il motivo per cui si dimentica o si ricorda un sogno è tutt'altro.
3) la questione non azzecca nulla con le differenze cerebrali tra uomo e donna.

Concludendo la nostra Perla, Mazzucco ha tirato fuori dal cilindro un articolo che sostiene la diversità tra uomini e donne, alcuni tra i suoi fedelissimi hanno capito il senso dell'articolo (quanto meno così dicono), altri non hanno capito una cippa, tutti hanno scritto una marea di corbellerie.
Lo shot con tutti i commenti è preservato a futura memoria a questo link.

giovedì 4 novembre 2010

Scienzamarcia e i microchip animali

Parliamo oggi di una delle molte Perle che arricchiscono Scienza Marcia, uno dei tanti blog messi in piedi da alcuni svitati convinti che dietro ogni evento si nascondano inquietanti complotti.

Questa volta se la prendono con i microchip previsti per gli animali da compagnia e con le vaccinazioni praticate nei confronti di cani e gatti.

Il motivo è semplice: c'è sicuramente un tremendo complotto. Per fortuna quelli di Scienza Marcia, tanto illuminati da vedere cose che nessun altro essere umano normale riesce a intuire, svelano il terribile segreto.
Ecco cosa scrivono:

"Fermatevi a riflettere sul fatto che nè a voi nè ai proprietari della quasi totalità dei gatti e dei cani interessa che il proprio animale sia tracciato in modo completo e sicuro tramite un microchip che segnali ogni sua mossa, e che l'identificazione degli animali da compagnia si potrebbe effettuare benissimo come un tempo con la sola medaglietta al collo..."

La medaglietta al collo?
Chi ha scritto una simile idiozia dimostra di non sapere e non capire un accidenti di niente in ordine alle ragioni per cui è stato implementato il microchip negli animali da compagnia.
Di certo non serve per ricordare al padrone come si chiama il proprio cane!
Il microchip, infatti, serve ad evitare l'abbandono degli animali identificando con certezza... il loro padrone!
A nessuno interessa sapere se un cane si chiami Bobo anziché Fido, quello che conta è sapere chi è il suo proprietario, per evitare che il cane o il gatto possa essere smarrito o - soprattutto - abbandonato.
Ed è evidente che ci vogliono pochi secondi per staccare una medaglietta appesa al collo, mentre eliminare un microchip è tutt'altra storia!

Possibile che su Scienza Marcia siano così beoti da non capirlo? Possibilissimo, a quanto si legge...

"Certo qualche animale disperso si potrebbe ritrovare grazie al microchip impiantato".

Eccoli qua. Il microchip non serve a ritrovare gli animali dispersi! Non è mica un segnalatore GPS!
Il microchip serve - una volta trovato un animale - a identificare il proprietario!

"Nè si può pensare che la tracciabilità di un animale (ovvero il fatto che se ne possano seguire gli spostamenti in tempo reale) possa evitare eventuali casi di aggressioni ai danni degli esseri umani..."

Seguire gli spostamenti in tempo reale? C'è poco da fare, dev'essere proprio un corto circuito mentale quello che impedisce agli autori di Scienza Marcia di rendersi conto delle boiate che scrivono!

Ma tant'è: partendo da un'idiozia che rivela completa ignoranza della materia (e in generale delle più elementari nozioni di elettronica), quelli di Scienza Marcia si sono lanciati in una filippica contro il grande complotto che starebbe dietro ai microchip per animali:

"A questo punto possiamo sospettare che tutto questo impegno a favore dell'impianto dei microchip negli animali domestici, spesso profuso da gente di buon cuore ed in buona fede, sia in realtà pilotato da alcuni poteri occulti al fine di:

1) abituare la popolazione all'uso del microchip

2) testare l'uso di questa raffinata diavoleria elettronica su cavie non consenzienti (gli animali), in vista di un prossimo impiego di massa negli esseri umani."

Che cosa possiamo dire? Tanta stupidità si commenta da sola...

Ringraziamo Nicolò per la segnalazione.

giovedì 28 ottobre 2010

Riccardo Dura su Wikipedia

Qualche tempo fa evidenziammo una voce di Wikipedia in cui un mafioso veniva spacciato per eroico condottiero.

Ci viene segnalata adesso la voce di un altro farabutto, Riccardo Dura, sanguinario terrorista delle Brigate Rosse responsabile di aver ucciso a sangue freddo l'operaio Guido Rossa e il commissario di Polizia Antonio Esposito.

E' una biografia estremamente dettagliata, una roba che farebbe invidia anche a illustri scienziati e autorevoli capi di stato. Addirittura si sforza di inserire non solo i dati biografici referenziati, ma perfino voci e dicerie:

sembra che a seguito di alcuni suoi comportamenti aggressivi sia stato iscritto all'età di sedici anni alla nave-scuola per ragazzi disadattati "Garaventa"

Sembra? Ah ma allora possiamo aggiungere che "sembra che da piccolo fu rapito dagli alieni e fosse ghiotto di castagne e lamponi"... tanto a che servono le fonti? Basta scrivere "sembra".

Eccezionali, poi, le descrizioni sulla personalità:

ragazzo chiuso e silenzioso...estroverso, umano e amatissimo per la sua dedizione e il suo impegno totale...

Ma chi era costui? San Francesco?
O piuttosto il terrorista Riccardo Dura che andava ammazzando civili e poliziotti e carabinieri con la sua pistola semiautomatica decorata con l'aquila nazista?

Nel parlare dell'omicidio del povero operaio Guido Rossa, Wikipedia addirittura ipotizza che l'assassinio fu:

-Incidente fortuito in seguito a colluttazione.
-Volontà omicida autonoma di Riccardo Dura, desideroso di uccidere un 'traditore di classe' all'insaputa dei compagni di colonna e contrariamente alle indicazioni dell'Esecutivo BR.
- Eccesso di reazione di Dura (emotivo e psichicamente instabile) di fronte al tentativo di opposizione di Rossa che scalciava e si chiudeva dentro la sua auto.
- Piano deliberato di Dura in accordo con Moretti (con il resto dell'Organizzazione del tutto all'oscuro) per uccidere Rossa.

Dunque, tenete presente che per uccidere Rossa agirono ben tre terroristi, che lo attesero in un vero e proprio agguato e gli spararono quattro o cinque colpi alle gambe e uno diritto nel cuore.
Ma per Wikipedia è possibile che si sia trattato di un incidente fortuito... Accidenti, niente niente sta' a vedere che Falcone e Borsellino saltarono in aria per lo scoppio accidentale di un petardo di Capodanno?

Come si fa a scrivere una simile bestialità? Non solo "incidente", ma pure "fortuito".
Quasi gli fosse caduto in testa un ramo di albero spezzato dal vento...

E quando arriviamo alla "tragica fine" di Riccardo Dura, alias San Francesco, Wikipedia scrive:

La tragica vita di Riccardo Dura si interrompe drammaticamente la notte del 28 marzo 1980 quando rimane ucciso a Genova nella famosa irruzione di via Fracchia, insieme ad altri tre brigatisti con cui divideva l’abitazione: Annamaria Ludmann, Lorenzo Betassa e Piero Panciarelli. Nell'occasione la 'testa calda' Dura non spara, il corpo viene trovato primo nella fila dei cadaveri lungo il corridoio, senza armi, probabilmente in procinto di arrendersi.

Povere BR. Non volevano uccidere Rossa, rimasto vittima di un incidente fortuito, e furono uccisi a sangue freddo mentre erano in procinto di arrendersi...

Ci sarebbero i piccoli particolari di un carabiniere colpito in un occhio da una pistolettata sparata dai terroristi durante l'irruzione, e di una bomba a mano stretta nella mano di uno di essi... ma a parte questi dettagli è chiarissimo che quel sant'uomo di Dura "probabilmente" era in "procinto di arrendersi".,,

E il dolce quadretto si conclude con un:

Oggi Riccardo Dura riposa nel Cimitero monumentale di Staglieno.

"Riposa", capite? Il sonno del giusto... Ma quale riposa... semmai sarebbe corretto dire "marcisce". E' il minimo, visto quel che ha combinato.

Peraltro, anche la foto della biografia sembra scelta apposta per trasmettere l'idea di un gran bravo agnellino:


Visto che faccia da simpaticone?

Certo molto diversa da questa:


Considerando che esiste un filone complottista secondo il quale le Brigate Rosse erano poveracci accusati di crimini commessi da servizi segreti e forze di polizia, c'è da riconoscere che con voci scritte in questo modo Wikipedia dà il suo contributo ad alimentarlo.

Ringraziamo Luca C. per la segnalazione.

giovedì 21 ottobre 2010

Massimo Mazzucco dai Taser all'Amerika...

Rieccolo, il Massimo Mazzucco di sempre, pronto a sputare veleno contro gli odiati "amerikani", contro i perfidi poliziotti e i giudici che li coprono, tutti complici del grande complotto ultra-segreto che lui - il Mazzucco - è riuscito a scoprire guardando la TV, strimpellando sulla tastiera del PC e mangiando pop corn comodamente stravaccato sulla sua poltrona.

E allora vediamo cosa ha propinato questa volta ai suoi (inde)fessi seguaci del sito Luogocomune, in questo "articolo" visualizzato nello shot di apertura.

L'ex regista-fotografo ha preso spunto da molto lontano: è partito da una vicenda di cronaca italiana - "la ragazza picchiata nel metrò di Roma" - per dire che i giornalisti farebbero bene a preoccuparsi di quanto avviene in America, dove i poliziotti sparano ai neri a sangue freddo.

Ovviamente, quando parliamo di America, parliamo di Stati Uniti d'America.

Infatti a Mazzucco non interessano affatto i soprusi e gli abusi di poliziotti e militari nei paesi anti americani del Sud America, compresa Cuba: per Mazzucco quegli altri sono tutti bravi ragazzi, veri chierichetti precisi e rispettosi dei diritti umani.

Nell'articolo, Mazzucco propone il video in cui un poliziotto - secondo lui - sparerebbe a sangue freddo contro un nero immobilizzato a terra, uccidendolo in una vera e propria esecuzione.

"Erano le due del mattino del giorno di capodanno."

Per tutti i diavoli.
Ma Mazzucco ha scritto questo articolo il 14 ottobre 2010 per parlare di un fatto avvenuto il giorno di Capodanno, cioè 10 mesi prima, il 1° gennaio 2010?
No, peggio! E' un fatto del 2009! 1° gennaio 2009, per l'esattezza.
Evidentemente l'ha appreso con un po' di ritardo... giusto 20 mesi dopo... Forse l'avrà letto sulla pagina del quotidiano che avvolgeva le zucchine comprate al mercato... boh! Poco importa: questo è Mazzucco!

Leggiamo ancora:

"Ad una stazione della metropolitana un giovane disarmato e immobilizzato, Oscar Grant, è stato ucciso con un colpo alla schiena da un poliziotto mentre era disteso a terra, a faccia in giù, sotto gli occhi di dozzine di testimoni inorriditi. Nonostante si sia trattato chiaramente di una “esecuzione” intenzionale - inutile dire che il poliziotto era bianco, e la vittima era un nero – l’assassino, John Mehserle, se l’è cavata con un verdetto di omicidio involontario. Ha sostenuto di “essersi sbagliato”, e di aver estratto la pistola al posto del taser, che intendeva usare per tranquillizzare l’irrequieto Grant."

Insomma, per dovere d'informazione ci sarebbe anche da dire che Oscar Grant non era proprio uno stinco di santo, visto che era stato più volte in prigione per traffico di droga e detenzione illegale di armi, e al momento del fatto era sotto l'effetto di alcool e pasticche... insomma, Grant era nero ma non era certo un innocuo agnellino: a Mazzucco non è passato per la testa che forse i poliziotti ci sono andati pesante perché era un pluripregiudicato sotto effetto di sostanze stupefacenti, e non perché era nero?

Non vogliamo certo dire che i pregiudicati debbano essere ammazzati a sangue freddo, sia chiaro: semplicemente il razzismo potrebbe non c'entrare un fico secco in questa storia.

"Naturalmente, per “taserizzare” il ragazzo aveva anche pensato bene di mettersi in piedi– come si evince chiaramente dal video – in modo da prendere meglio la mira."

Questa è davvero bella. Immaginate la scena: il poliziotto è lì a pochi centimetri dal corpo del giovane immobilizzato a faccia in giù. Potrebbe sparargli poggiando la pistola esattamente nel punto dove intende colpirlo. Secondo voi ha bisogno di alzarsi per "prendere meglio la mira"?

Ma come fa Mazzucco a scrivere simili idiozie? E pensare che ha avuto la pretesa di disquisire sull'omicidio Kennedy e di parlare di proiettili, fucili e posizioni di sparo...

Leggiamo oltre.

"Fra un mese si riunirà la giuria - composta esclusivamente di bianchi - che stabilirà una pena fra i due e 5 anni al massimo, dei quali probabilmente Mehserle sconterà circa la metà."

Eccolo, è proprio lui, il Mazzucco di sempre, il mistificatore che conosciamo bene.
Per come ha esposto i fatti, Mazzucco vorrebbe far credere che PRIMA c'è stato un verdetto per omicidio involontario, e POI si riunirà una giuria di bianchi per decidere la pena. Quasi che il verdetto sia stato emesso da un singolo giudice e alla giuria popolare spetti soltanto il compito di stabilire la pena.

Le cose stanno esattamente al contrario.
Infatti PRIMA si è riunita una giuria popolare che ha emesso il verdetto per omicidio involontario. Questo accadeva l'8 luglio 2010.
Il giudice, invece, stabilirà la pena, e non si tratta di una pena "fra i due e 5 anni al massimo", come dice Mazzucco, bensì di una pena da un minimo di cinque a un massimo di 14 anni (link).

E non è neppure vero che ne sconterà circa la metà: ne sconterà non meno dell'85%, proprio per decisione della giuria.
E non è del tutto vero che la giuria fosse tutta bianca: sette erano bianchi, cinque erano ispanici e asiatici. Non c'erano neri ma non erano nemmeno tutti bianchi.

Forse per Mazzucco esistono solo bianchi e neri, ma se ogni tanto mettesse il naso fuori dall'uscio della propria abitazione, oltre a procurarsi un quotidiano più recente scoprirebbe anche che esistono gialli, rossi, marroni...
Sia come sia, tutta questa storia dimostrerebbe, sempre secondo Mazzucco, che il "ragazzo" è stato ucciso in una vera e propria esecuzione, con la

"...complicità di un sistema giuridico, che da sempre protegge questo genere di azioni criminali da parte della polizia contro le minoranze del paese."

Senonché qualcuno, lì su Luogocomune, ha fatto notare che esistono numerosi video che hanno ripreso la tragedia, e tutto lascia pensare che effettivamente il poliziotto commise un tragico e banale errore, scambiando la propria pistola con il Taser:


"Ma voi lo avete visto il video?
Io ho visto il poliziotto, subito dopo lo sparo (1:10): era stupito!
Ha alzato lo sguardo verso il collega e poi lo ha ri abbassato verso la sua arma e lo ha fatto due volte!
Era disorientato!
Guardate il poliziotto di spalle, un attimo prima dello sparo si allontana dal corpo del povero ragazzo: si aspettava la scarica elettrica!
Secondo me davvero non voleva sparare.
Il ragionamento di MM resta giusto: di esempi di assassinii e di violenze della polizia (soprattutto sui neri) ne esistono a decine!
Ma forse.... forse stavolta no."

Qualcun altro ha evidenziato che effettivamente il Taser è molto simile a una pistola, postando questa immagine:


La situazione iniziava a prendere una piega che a Mazzucco non piaceva molto, ed ecco come è intervenuto:

"La pistola si porta a destra, il taser si porta a sinistra, proprio per evitare di sbagliarsi.
Se un poliziotto non sa nemmeno distinguere la destra dalla sinistra è meglio che stia a casa a fare la maglia."

Oh bella! La pistola a destra e il Taser a sinistra? E dove sta scritto? E se uno è mancino?

Non solo: Mazzucco ha idea di quanta gente muore in incidenti con le armi? C'è chi si spara o ammazza un malcapitato mentre pulisce una pistola, chi scambia il compagno di caccia per una lepre...

La cosa buffa, però, è che a parlare è proprio lui, Mazzucco: l'uomo che è riuscito a scambiare un sito chiamato SHON per il sito della NASA! Ricordate?

Povero Mazzucco, vorrebbe che la gente dimenticasse certe cose, ma ci siamo noi di Perle a tenere viva la memoria e a documentarla come si deve...

Quanto al razzismo americano contro i neri, Mazzucco dovrebbe riflettere sul fatto che il Presidente degli Stati Uniti è un nero, così come lo sono e lo sono stati altissimi vertici del Governo, delle forze armate e di tutti gli enti americani.
Ma per Mazzucco l'importante è sputare veleno contro l'America. Ecco cosa scrive:

"Questa è l’America. Questo è il grande paese di “libertà e democrazia“ di fronte al quale tutti i nostri politici - dall’estrema destra all’estrema sinistra - si genuflettono regolarmente, senza mai trovare la forza di esprimere un millesimo dello “sdegno”".

Sarebbe un'opinione come tante, non fosse che Massimo Mazzucco vive a... Los Angeles!
Ossia questo ex regista ed ex fotografo, vive in America, nell'America che tanto odia!
Ma che ci sta a fare? Perché non se ne torna in Italia, visto che campa a spese dei gonzi italiani vendendo loro patetici DVD fai-da-te ed elemosinando donazioni?

In un certo senso, quest'uomo piglia soldi di qui, dall'Italia, fregando gonzi ai quali fa credere che lui è un anti-americano convinto e verace, che il cancro si cura con bicarbinato e pinne di squalo grattugiate... poi se li va a spendere in hot dog e hamburger lì a Los Angeles, contribuendo a trasferire ricchezza dall'Italia agli USA!

Fantastico. Nemmeno Totò sarebbe riuscito a immaginare una situazione più esilarante.

Certo però uno che parla così male di un paese e poi ci vive preferendolo alla propria patria, ci fa proprio una miserrima figura...
Non fosse che su Luogocomune hanno un QI inferiore al numero di dita di una sola mano, l'avrebbero mandato a calci nel fondoschiena da un pezzo!